DOMENICA 8 OTTOBRE DISAGI ALLA CIRCOLAZIONE

196 visualizzazioni

Domenica 8 ottobre in occasione della manifestazione ciclistica Granfondo Campagnolo, alcune strade della capitale e dintorni verranno chiuse al traffico, per permettere agli atleti di percorrere i 122 km del tragitto previsto, con un tratto iniziale turistico all’interno del Centro Storico della Capitale di circa 6 km ed un tratto agonistico di 116 km.

Avrà inizio al Colosseo e proseguirà lungo le principali piazze della Capitale e le maggiori città della Città Metropolitana, tra cui Albano Laziale, Rocca di Papa, Montecompatri, Frascati e Ciampino, fino a giungere nella splendida cornice dei Castelli Romani

I ciclisti saranno schierati lungo la via dei Fori Imperiali in direzione Piazza Venezia con la linea di partenza nei pressi dell’ingresso alla piazza stessa. Al via, previsto per le ore 7,15 i ciclisti percorreranno ad andatura turistica il tratto urbano di circa 6 km: via dei Fori Imperiali; Piazza Venezia; via del Plebiscito; Corso Vittorio Emanuele II; Piazza Sant’Andrea della Valle; Corso del Rinascimento; via di Sant’Agostino; via Giuseppe Zanardelli; Lungotevere Marzio; Piazza del porto di Ripetta; via Tomacelli; largo Goldoni dove gireranno a sinistra su via del Corso fino a Piazza del Popolo per poi continuare attraverso via del Babuino, Piazza di Spagna, via di Propaganda, via della Mercede, via del Corso. Qui gireranno a sinistra per raggiungere di nuovo Piazza Venezia e proseguire poi su via dei Fori Imperiali, in direzione Colosseo, dove all’altezza di Largo Corrado Ricci dove sarà dato il via agonistico.

percorso_granfondo-2

I ciclisti percorreranno quindi la parte restante di via dei Fori Imperiali; piazza del Colosseo; via Celio Vibenna e via di San Gregorio fino a piazza di Porta Capena dove, voltando a sinistra, prenderanno viale delle Terme di Caracalla ed all’altezza di Piazzale Numa Pompilio, gireranno a destra per proseguire sempre su viale delle Terme di Caracalla e poi sulla corsia centrale di via Cristoforo Colombo che verrà percorsa fino all’incrocio con viale di Tor Marancia, dove i ciclisti si immetteranno girando a sinistra.

Limitazioni sul Raccordo Anulare e via Appia 

Proseguiranno poi sempre lungo viale di Tor Marancia, fino a raggiungere Piazza Lorenzo Lotto per girare a sinistra su via Giulio Aristide Sartorio che verrà percorsa fino ad immettersi, girando a destra, su via Ardeatina. Qui si proseguirà (SP 3c ed SP 3e via Ardeatina) fino all’incrocio con via di Torricola che i ciclisti imboccheranno girando a sinistra. In questo incrocio, per esigenze di viabilità, i ciclisti percorreranno contromano l’ultimo tratto della via Ardeatina (nell’area delle nuove rotatorie) per poi girare a sinistra su via di Torricola e proseguire su via di Casal Rotondo, fino ad immettersi, girando a destra, sulla SS 7 Appia all’altezza di Capannelle.

Da Capannelle gli atleti proseguiranno sempre lungo la via Appia in direzione Albano per uscire dal territorio del Comune di Roma e continuare attraverso il tratto nel territorio dei Comuni di Ciampino e di Marino proseguendo attraverso l’incrocio con Santa Maria delle Mole e Frattocchie fino alla località Due Santi, dove lasceranno la via Appia per immettersi sulla SP 140 via Antonio Costa (nota anche come “la Papalina”) che verrà percorsa fino a raggiungere Castelgandolfo per poi attraversare la SS216 e prendere via Antonio Gramsci in discesa verso il Lago. Si percorrerà poi via Spiaggia del Lago dove, prima di prendere la salita che porta alla via dei laghi (nota anche come “la Panoramica”), sarà posto, sulla destra all’altezza del parcheggio, il punto di controllo per la partenza della prima delle quattro cronoscalate previste nel percorso. I ciclisti proseguiranno quindi lungo la salita che li porterà sulla via dei Laghi (SS217), punto di arrivo della prima cronoscalata. Qui gireranno a destra e proseguiranno sempre in salita sulla via dei Laghi fino all’incrocio con via delle Barozze (SP 83b), dove svolteranno a  sinistra per percorrerla fino al bivio con via del Troio. Qui gireranno a destra, dove sarà posto il punto di controllo per la partenza della seconda cronoscalata e saliranno attraverso via del Troio e via Palazzolo fino a Rocca di Papa, dove su via Roma sarà posto l’arrivo della seconda cronoscalata.

I ciclisti proseguiranno quindi sempre su via Roma (SP 16b) che verrà percorsa in senso contrario al normale senso di marcia fino a raggiungere via Ariccia (SS 218). Alla confluenza delle due strade verrà allestito il primo punto di ristoro per i partecipanti. Dopo il ristoro, i ciclisti proseguiranno sulla SS 218 fino a raggiungere di nuovo la via dei Laghi (SS217) dove alla rotatoria si svolterà a sinistra e si proseguirà lungo la SS 217 via dei Laghi fino a raggiungere la SP18c (via Pratoni del Vivaro) che i ciclisti imbocchera no girando e sinistra.

Proseguiranno poi sempre lungo la SP18c fino alla località Fonte Doganella dove, girando a destra, prenderanno la SP215 via Tuscolana che percorreranno per circa 600 metri per poi girare a sinistra sulla SP 26/b (via Vittorio Veneto) e proseguire fino a Carchitti dove, svoltando a sinistra, prenderanno la SP 58b per poi proseguire verso la località Colle di Fuori. Qui imboccheranno via Pietro Pericoli (SP32a) in direzione Rocca Priora.

Su questa strada, subito dopo l’incrocio con via Valle Clementina sarà posto il punto di controllo per la partenza della terza cronoscalata in programma . I ciclisti proseguiranno in salita lungo la SP32a e via Savelli fino a Rocca Priora dove all’incrocio con via Monsignor Giacu sarà posto l’arrivo della cronoscalata. Si proseguirà quindi attraverso via Lazio; via Roma (da percorrere in senso contrario al normale senso di marcia); Largo Pallotti; via degli Olmi fino ad imboccare a destra la SP72a e proseguire fino a raggiungere la SS216 a Montecompatri. Qui i ciclisti gireranno a destra su via A. Serranti e, dopo circa 1.900 metri, prenderanno a sinistra per via dei Sassi e via Fontana delle Cannetacce. Qui sarà posto il punto di controllo per la partenza della quarta cronoscalata in programma. I ciclisti proseguiranno quindi salendo lungo via Fontana delle Cannetacce e via Campo Gillaro fino a raggiungere Piazza Marco Mastrofini dove, oltre all’arrivo della quarta ed ultima cronoscalata, sarà allestito anche il secondo punto di rifornimento e ristoro.

Dopo il ristoro i ciclisti proseguiranno quindi lungo la SS216 fino ad arrivare a Monte Porzio Catone dove svolteranno a sinistra prendendo la salita del Tuscolo (via Tuscolo) fino ad arrivare all’incrocio con la SP73/b dove gireranno a destra per scendere verso Frascati.

Qui, all’altezza del Parco dell’ombrellino, gireranno a destra su viale Luigi Canina, via Angelo Celli per poi girare a sinistra sulla SS 216 (via Gregoriana) e poi dopo circa 450 metri, a destra su via Sciadonna (il primo tratto di tale strada, di circa 100 metri, sarà percorso contromano) per poi proseguire su via Giuseppe Alva (SP86/b già via Cisternole) e via Gratton, fino a raggiungere via Enrico Fermi (SP 65/b) dove si girerà a destra per proseguire fino a girare a sinistra su via Casal di Mario e poi a destra su via Colle Pizzuto (SP82/b) che verrà percorsa fino ad immettersi, girando a sinistra, su via di Vermicino (SP77b). Si proseguirà quindi su via di Vermicino fino al sottopasso con la via Tuscolana (via Tuscolana vecchia).

Si proseguirà poi sempre sulla SP77b che ora prende il nome di via della Mola Cavona, attraversando la via Anagnina (SS511) e proseguendo poi lungo via Doganale (ancora SP 77/b) fino a girare a destra su via dell’Acqua Acetosa che verrà percorsa fino a girare a destra e passare sotto il sottopasso ferroviario ed immettersi quindi sulla via dei laghi (SP217) che sarà percorsa fino a svoltare ancora a destra sulla SS7 via  Appia Nuova e proseguire per circa 1,4 km fino alla rotatoria dell’ingresso per l’aeroporto di Ciampino che segna il rientro nel territorio del Comune di Roma.

Dalla rotatoria usciranno poi per prendere via dell’Aeroscalo e via di Fioranello fino a raggiungere la via Ardeatina (SP3c) che prenderanno girando a destra. Proseguiranno poi sulla via Ardeatina verso Roma fino a confluire sulla via Appia Antica, all’altezza del Quo Vadis (ultimo km), per raggiungere poi le mura Aureliane dove al semaforo gireranno a sinistra su viale di Porta Ardeatina che percorreranno per 250 metri fino al traguardo d’arrivo.

Dopo aver tagliato il traguardo i ciclisti raggiungeranno, attraverso via di Porta San Sebastiano, il villaggio Mediolanum posto presso lo Stadio delle Terme.

Commenti chiusi